CLIENTI, UN OBIETTIVO MOBILE

By admin on gennaio 10, 2017 in Global Inclusion @it, Inclusione
0
0

Le imprese più innovative generano energia nell’organizzazione attraverso programmi di global inclusion. Quest’anno molte hanno voluto mobilitare i loro team sales&marketing nella rimozione degli stereotipi e dei pregiudizi che ostacolano lo sviluppo del business. “Il cliente è il re”. Ma cosa succede quando il re non vede? O quando non parla la lingua del posto? O quando il cliente-re è ammalato e per ragioni di salute non può raggiungere gli uffici, i punti vendita, le filiali dell’azienda? E cosa accade ancora se il prodotto è posizionato sugli scaffali in una posizione troppo alta? In diversi punti di contatto della customer experience alcuni clienti potenziali e attuali possono essere esclusi dai processi di acquisto e di servizio. Diventano elementi significativi l’accessibilità degli strumenti digitali, la mancanza di pregiudizi nella valutazione del potere d’acquisto dei clienti, lo sviluppo di prodotti e servizi inclusivi, la consegna a domicilio, l’assenza di gerghi nelle brochure e nei manuali d’uso dei prodotti, ecc. Coinvolgere le specifiche categorie di clienti in un processo di ascolto è una delle possibili modalità utili al ridisegno della customer experience a beneficio di tutti i clienti, oltre gli stereotipi e i pregiudizi.

This post is also available in: Inglese

About the Author

adminView all posts by admin

0 Comments

Add comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*