[vc_single_image image=”2523″ image_size=”full” frame=”noframe” full_width=”no” lightbox=”no” link_target=”_self” width=”1/3″ el_position=”first”]

A Shanghai ho conosciuto Steven Paul Bielinski, leader di una piattaforma di aziende, tra cui Google, Starbucks, Ford, IBM, Microsoft, Opera Software, McKinsey, Electronic Arts (EA), L’Oreal e diversi brand cinesi, che hanno deciso di lavorare insieme per il cambiamento culturale e il miglioramento dei luoghi di lavoro in Cina, focalizzando la loro attenzione sui temi dell’inclusione. Paul ha organizzato la prima LGBT Job & Fair Diversity Conference, alla quale hanno partecipato 600 persone, e due importanti eventi ai quali la stampa cinese ha dedicato ampio spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu