Se permettiamo che lo spirito cosmopolita sia la vittima finale del conflitto tra nazionalismo e globalizzazione, avremo tradito i sogni e il lavoro di due generazioni. La nostra umanità, se non l’umanità, sono a rischio, secondo Gianpiero Petriglieri, Associate Professor di INSEAD.
Qui l’articolo >

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu